I vari tipi di porta blindata presenti sul mercato

Le porte blindate sono universalmente riconosciute come il miglior sistema passivo per proteggere casa da furti ed intrusioni. Le distinguiamo dai sistemi attivi (antifurti elettronici per la casa e sistemi di videosorveglianza). Non tutte le porte hanno lo stesso “grado di protezione”, che varia a seconda della realizzazione della stessa.

In Italia esiste una classificazione precisa che si rifà a regole europee (vedi linee guida) per catalogare una porta definita blindata o semi blindata. La classe di appartenenza di una porta indica il grado di resistenza ad uno scasso.

Classificazione porte Blindate

Si fa riferimento alle norme Uni Env 1627, le classi sono 6:

  • classe 1: porta in grado di affrontare la forza di un ladro che non usa strumenti se non il proprio corpo. Si tratta di una porta poco resistente che non può essere di certo usata come porta principale di una casa che affaccia sul mondo esterno.
  • classe 2: in grado di supportare la forza di un ladro che usastrumenti come cacciaviti, tenaglie, etc; una porta di classe 2 è adatta per essere utilizzata come porta caposcala con rischio considerevole, come porta per uffici e per edifici industriali
  • classe 3: resiste a un ladro che la forza con cacciaviti e piede di porco; una porta di classe 3 è adatta per essere utilizzata come porta caposcala con rischio considerevole, come porta di uffici ed edifici industriali, come porta di villei
  • classe 4 resiste a un ladro esperto, che fa uso anche di seghe, martelli, accette, scalpelli e trapani a batteria; una porta di classe 4 è adatta per essere utilizzata negli uffici di banche, orologerie, ospedali, impianti e laboratori industriali, ville di classe
  • classe 5 resiste a uno scassinatore esperto, che usa anche attrezzi elettrici, come trapani, seghe, mole, etc; una porta di classe 5 è adatta per banche, gioiellerie, ambienti militari, ambasciate
  • classe 6: resiste a uno scassinatore elettrico che usa anche attrezzi elettrici ad alta potenza; una porta di classe 6 è adatta a banche, gioiellerie, impianti nucleari, ambienti militari, ambasciate

Per avere una buona sicurezza della casa si deve utilizzare almeno una porta di classe 3. E’ chiaro che la “robustezza” di una porta da sola non basta se poi la serratura è debole o facilmente apribile.

La serratura deve essere di tipo europeo con protezione “defender”, ovvero l’occhiello deve essere protetto. Le chiavi di tipo europeo non possono essere infatti replicate se non da particolari addetti a cui dobbiamo presentare il codice della chiave. Insomma non rischiamo che qualcuno ci faccia una copia della chiave andando dal ferramenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *