La depilazione per le donne

La depilazione per le donne oltre a essere ormai diventata una questione di moda e di senso comune del gusto rappresenta anche un atta di amore verso sè stesse, un modo per coccolarsi e sentirsi sempre fresche e in ordine. Certo questo è ancora più vero nel caso di depilazione senza dolore.

I metodi per ottenere una depilazione senza dolore sono sostanzialmente di due tipi: meccanico e chimico.

La prima soluzione è sicuramente quella di utilizzare il rasoio: radersi infatti significa rimuovere i peli in maniera veloce e completamente indolore. Tuttavia tale metodo non è tra i più gettonati dal momento che la peluria viene eliminata solo superficialmente e che tende per questa ragione a ricrescere molto in fretta. Inoltre i peli crescono più folti e spessi.

La seconda soluzione può essere quella dell’utilizzo di sostanze chimiche come una crema epilatoria che consente grazie all’applicazione sulla pelle la caduta dei peli.
Questo metodo è davvero molto efficace ma facendo ricorso a sostanze chimiche non può essere utilizzata su tutte le tipologie di pelle, soprattutto su quelle sensibili. Possono esserci, infatti, alcuni effetti collaterali come screpolature ed irritazioni che non rappresentano propriamente il top dell’estetica.

Esiste però un metodo casalingo che sta prendendo sempre più piega negli ultimi tempi e che è quasi completamente indolore: si tratta del metodo dello zucchero e del limone. Miscelando, infatti, questi elementi presenti in ogni casa si ottiene una sostanza caramellata che deve essere applicata sulla pelle. Subito dopo con un panno bisogna esercitare una trazione come quella che si esegue durante la ceretta. Dopo un lieve dolore iniziale la depilazione con zucchero diventa quasi completamente indolore. Un ulteriore vantaggio di questa tecnica è inoltre rappresentato dal fatto che la pelle resta completamente liscia e molto morbida, non si va incontro a irritazione cutanee e i peli crescono molto più lentamente: l’effetto dura all’incirca venti giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *